La donna senza nome

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Quando la direttrice di teatro Noelia Cid viene incaricata di mettere in scena Sortilegio, opera del celebre drammaturgo Gregorio Martínez Sierra, decide di documentarsi analizzando i testi e le lettere conservati dalla moglie di Gregorio, María Lejárraga. E così, tramite la sua indagine, Noelia non solo si immerge nella complessa relazione tra María e Gregorio, ma fa luce su un mistero che si tramanda da oltre un secolo. Il mistero di un autore che nella sua lunga vita ha scritto più di novanta opere, andate in scena nei principali teatri del mondo, dagli Champs-Elysées a Buenos Aires, a Broadway. Un autore che ha vissuto in prima linea i grandi eventi del secolo passato: la Madrid letteraria degli anni venti, la Parigi della Belle Époque, l’esilio durante la guerra civile spagnola, l’occupazione nazista della Francia e il glamour degli anni d’oro di Hollywood. Un autore che ha collaborato con i principali intellettuali dell’epoca e ha conosciuto Stravinskij, Sarah Bernhardt, Picasso. Un autore che ha lottato per l’uguaglianza e per il voto alle donne. Un autore che in realtà potrebbe essere un’autrice, finora rimasta nell’ombra che però ha lasciato dietro di sé una traccia sottile grazie alla quale Noelia riesce finalmente a restituirle un nome. Un avvincente romanzo che parla di amore e disamore, di contraddizioni umane e di segreti. Un’Odissea attraverso l’Europa e l’America del Ventesimo secolo, per riscattare la figura di una donna poliedrica e geniale, e darle il suo posto nella Storia.

Dall’autrice dei bestseller Donne che comprano fiori e Il sogno della crisalide, l’affascinante avventura di María Lejárraga, la moglie del celebre drammaturgo Gregorio Martínez Sierra, la donna senza nome che però ne ebbe molti. Il più grande mistero della letteratura spagnola.

«Non smetto di cullare l’idea che la morte sia un riposo momentaneo dello spirito. Ma l’enigma è tutto lì: quanto tempo servirà all’anima per riposarsi da una vita?» – María Lejárraga

Vanessa Montfort (Barcellona, 1975) è scrittrice e drammaturga. Dopo una laurea in Scienze dell’informazione, ha pubblicato tre romanzi e diretto varie opere teatrali che spaziano dalla commedia al dramma, al musical e al genere fantastico. Dal 2015 dirige la Compañía Teatral Hijos de Mary Shelley, a Madrid. In Italia ha esordito con Donne che comprano fiori (Feltrinelli, 2017), un fenomeno letterario internazionale tradotto in tutto il mondo. Altri suoi titoli pubblicati con l’editore Feltrinelli sono: Il sogno della crisalide (2020) e La donna senza nome (2021).

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare