ZUPPA FORTE O SOFFRITTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

 

Dal libro “gli ingredienti di una vita” frammento di documento storico citazione di Nello Olivieri

La “Zuppa Forte”
infondeva agli uomini energia e baldanza, accendeva dentro, un fuoco che bruciava i pensieri della miseria senza domani, imprimeva una pennellata di rinnovata allegria, unica ricchezza di quegli animi, illuminava lo spirito e la mente con sprazzi di luce, che dopo, ognuno portava con sé, sul suo tormentato cammino.

Il “soffritto di maiale” è il banco di prova della resistenza gastrica, è per eccellenza la” zuppa forte” anzi la “zuppa per forti”.

La spesa:

La corata

Gr 600 polmone di maiale

Gr 200 cuore di maiale

Gr 200 milza

Gr 300 salsa al peperone

Gr 150 sugna

Foglia di alloro

La preparazione:

Tieni le interiore dell’animale sotto acqua corrente per un paio di ore.

Sbollenta per qualche minuto il polmone, il cuore in acqua bollente non salata e fallo scolare bene.

Sciogli lo strutto in un tegame con la foglia di alloro, fai rosolare le interiora, con il guanciale in tutte le loro parti, poi aggiungi la conserva di peperoni forti e dolci (questa è un preparato già in vendita anche nei supermercati),

Fai cuocere non a fiamma alta ma medio bassa per circa 30 minuti girando di in tanto in tanto.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare